Destinazioni: Corsica

La Corsica

Un’esplosione di montagne in mezzo al Mediterraneo, un’isola all’apparenza impenetrabile, forte, ruvida come i pochi abitanti che la popolano. La Corsica è una terra scolpita da alte montagne all’interno e da coste morbide e rocciose, da spiagge, cale, baie che ne delineano il profilo. Isola dal patrimonio naturale di grande valore, è anche considerata, con tutta probabilità, il luogo di nascita del grande Napoleone Bonaparte!

Territorio francese sulla carta, la Corsica è una delle mete preferite dagli amanti del mare, della natura e della tranquillità, del buon cibo e dei graditi incontri… Le sue splendide spiagge sono per la maggior parte raggiungibili solo dal mare!

Le 67 torri genovesi ancora visibili lungo la costa, le Calanche de Piana, i resti di Filitosa, la bellezza della riserva di Scandola, le calette incontaminate e poco frequentate, l’esplosione di colori dell’acqua e della terra che si possono ammirare dal largo, le chiese romaniche e barocche, le case di prestigio... La Corsica ci dona tutta se stessa!
Da 4.000 anni crocevia di rotte e di popoli, l'isola venne inizialmente e leggendariamente chiamata dai greci Kalliste, ossia "la più bella". Oggi è chiamata "l'Île de Beauté", ovvero "l'isola della bellezza": un terzo del suo territorio è protetto come parco naturale e gran parte del litorale non ha ancora subìto le colate di cemento che purtroppo si trovano sui litorali di altre meravigliose isole del Mediterraneo. Tutto in Corsica è splendente! Resteremo incantati dall’energia che questa isola sprigiona; dal mare così limpido e dai mille colori da farla sembrare quasi una tela dipinta, dalle coste realmente disabitate e tuttora selvagge, dai piccoli porticcioli rimasti come un tempo!

Le tappe del nostro viaggio in barca a vela sono certamente tra le più ricercate: Centuri, Saint Florent, Macinaggio e i loro magnifici dintorni…

…Le Isole di Capo Corso sono poste come sentinelle di Città del Capo: i tre isolotti di Finocchiarola, la Giraglia e la Capense. In passato, la loro posizione rispetto alla era strategica per controllare porte della città; oggi sono diventate santuari naturali.

Il Promontorio dei Gabbiani, di fronte al piccolo e grazioso porto peschereccio di Centuri, risalente al VI secolo a.C., luogo dalla posizione strategica tanto che pochi secoli dopo è stato conquistato dai genovesi e da loro controllato fino al XII secolo d.C.

Saint Florent, di origine genovese, mantiene intatto il proprio centro storico chiamato Cittadella, costruito nel 1440 su richiesta del Doge Giano I di Campofregoso, ed appare quasi di stile esotico grazie al suo color sabbia e alle costruzioni quasi arabeggianti. Ad oggi San Fiorenzo, come veniva originariamente chiamata, è la Saint Tropez corsa, grazie alla vivacità della vita, ai locali e ai grandi yacht ormeggiati nel suo porto.

Macinaggio. Questo paese deve il suo nome ai mulini a vento che lo caratterizzano ed è il porto più importante di Cap Corse; già attivo nell’antichità - periodo romano - grazie al commercio in anfore di olio e vino, conserva numerosi e visibili resti della sua storia. Il paese, inserito nel percorso delle Torri genovesi della Corsica, è inoltre uno dei due punti di partenza e arrivo del famoso “Sentiero dei Doganieri”, che arriva a Centuri. La sua spiaggia è una delle più apprezzate della zona.

Capraia, terza isola dell’Arcipelago Toscano ed anche la più selvaggia, è situata nel Canale di Corsica ed è stata fino agli anni ’80 sede dell’omonima prigione. Questa piccola isola è considerata un grande patrimonio naturalistico e un gioiello geologico, essendo l’unica isola vulcanica dell’Arcipelago. Possiede due centri abitati, il porto e l’antico borgo a ridosso del “Forte di San Giorgio”, risalente al periodo pisano tra l’XI e il XIII secolo.
I paesaggi, le baie e le calette sono di una bellezza impagabile, la vegetazione è rigogliosa oltreché ricca di piante endemiche; la fauna, molto varia a terra e in mare, ci offre l'incontro con l’elegante “gabbiano corso”, la specie più rara al mondo che si trova anche in alcune zone dell’isola d’Elba. Lasciata la rada scelta dal Comandante e rifocillandosi in navigazione con un veloce snack, raggiungeremo in breve il porticciolo di Capraia, dove scenderemo a terra e potremo ammirare il borgo che conserva inalterato il suo patrimonio storico ed artistico, lasciato in eredità dalle numerose civiltà giunte nel corso dei secoli a partire da greci e romani. Le tipiche “case a torre” dai colori pastello, costruite su tre livelli utilizzando la pietra locale, attendono i viaggiatori con i loro immancabili pergolati di buganvillee e viti.
Numerosi i siti da ammirare: l’ex-colonia penale, la Torre del Porto, le chiese di Santo Stefano, Assunta, San Nicola, San Antonio, l’Edificio della Salata, Forte San Giorgio e il Palazzone.

La vacanza ideale e i luoghi migliori per dedicare le vostre giornate al mare e alle attività a terra, alternando in totale relax bagni, snorkeling e veleggiate a passeggiate nelle località corse più amate!

"Il mare incanta, il mare uccide, commuove, spaventa, fa anche ridere, alle volte, sparisce, ogni tanto, si traveste da lago, oppure costruisce tempeste, divora navi, regala ricchezze, non dà risposte, è saggio, è dolce, è potente, è imprevedibile. Ma soprattutto: il mare chiama." - A. Baricco

Scopri le nostre Crociere in Corsica!

//]]>